INPS SOSPENDE PENSIONI PER MANCATO INVIO MODELLO RED.

Posted by admin on Febbraio 16, 2013
Caf

«Gentile Signore la informiamo che non ci risulta ancora pervenuto il suo modello Red relativo ai redditi dell’anno 2010, che le avevamo richiesto lo scorso anno. Pertanto, l’Istituto ha disposto la sospensione delle prestazioni legate al reddito da lei percepite, che verrà resa operativa nel corso del 2013».

Questa la missiva che l’INPS, poco più di un mese or sono, ha inviato quel un milione di pensionati italiani che non hanno ancora comunicato tramite modello RED i dati reddituali relativi all’anno 2010.

Il diritto a percepire molte prestazioni previdenziali ed assistenziali erogate dall’INPS è strettamente collegato ai redditi del titolare della prestazione e dei suoi familiari.

Chi ha diritto ad un assegno di invalidità, invalidità civile, pensione sociale, pensione di reversibilità, pensioni integrate al minimo o assegni familiari, ha l’obbligo di comunicare annualmente all’INPS i dati attestanti la propria situazione reddituale.

A tutti coloro i quali non abbiano effettuato correttamente le dovute comunicazioni, l’INPS chiede di regolarizzare la propria posizione entro e non oltre il 28 febbraio 2013, pena la sospensione della pensione erogata.

Va precisato, che l’INPS obbliga il pensionato a comunicare espressamente l’importo dei redditi percepiti da se e dai suoi familiari. Non basta, dunque, limitarsi a comunicare di avere familiari fiscalmente a carico, ma è necessario indicare espressamente il reddito di coniuge e/o altre persone a carico.

Caf Portici – Servizi di Patronato

Assistenza Legale Civile, Penale, Lavoro e Previdenza

Tags: , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

12 + cinque =