PERMESSO DI SOGGIORNO IN ATTESA DI OCCUPAZIONE.

Posted by admin on Novembre 22, 2013
Immigrati

     Laurea in Italia, ma il permesso di soggiorno sta per scadere….

     La legge n.99/2013 prescrive che alla scadenza del permesso di soggiorno per motivi di studio, gli stranieri, che abbiano conseguito una laurea triennale o specialistica in Italia, possano richiedere il rilascio del “soggiorno per attesa occupazione”. Il predetto titolo di soggiorno, valido per un anno e non rinnovabile, permette allo straniero di risiedere legalmente sul territorio nazionale per un anno al fine di trovare una occupazione.

     Per ottenere tale permesso, è necessario che il cittadino straniero provveda:
1) ad iscriversi alle liste di collocamento del  Centro per l’Impiego di competenza della città ove risiede;
2) a presentare la richiesta del “permesso di soggiorno per attesa occupazione” allo Sportello Amico dell’Ufficio postale, allegando :

– iscrizione alle liste di collocamento;
– copia del passaporto dei dati anagrafici, timbri di rinnovo, timbri d’ingresso ed uscita;
– titolo di studio ottenuto in Italia;
– il permesso di soggiorno in possesso;
– marca da bollo di €16,00.

     Le spese vive di inoltro domanda ammontano ad €107,50 (da pagare tramite bollettino postale reperibile all’interno del kit della posta) + €30,00 per la spedizione del kit.

     Oltre a tali documenti allo straniero è richiesto :

A) di avere di mezzi di sussistenza tali da poter soggiornare in Italia anche durante il periodo di attesa occupazione. Il minimo richiesto è pari all’assegno sociale dell’anno di riferimento, che per il 2013 è pari ad € 5.749,90;
B) di avere un’assicurazione sanitaria valida sul tutto territorio nazionale, che copra il rischio di malattia, infortunio e maternità. In alternativa è possibile iscriversi al Servizio Sanitario Nazionale versando il contributo richiesto tramite conto corrente postale o F24 individuati dalla Regione o Provincia autonoma ove risiede.

 

Caf Portici – Servizi di Patronato

Assistenza Legale Civile, Penale, Lavoro e Previdenza.

Tags: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

18 − 1 =