#RequisitiRedditoDiCittadinanza

Reddito di Cittadinanza: requisiti per presentare la domanda.

Posted by admin on Febbraio 17, 2019
Caf / No Comments

A chi spetta il Reddito di Cittadinanza? 

Quando e come è possibile presentare la domanda?

Quali sono i requisiti per accedere al Reddito di Cittadinanza?

Ecco la Guida completa per chiarire ogni Tuo dubbio!

Cos’è il reddito di cittadinanza?

Il Reddito di Cittadinanza è un sussidio mensile riservato ai meno abbienti che entrerà in vigore dal mese di Aprile 2019.

L’importo medio del sussidio è pari ad Euro 780,00 a persona e sarà erogato su una tessera elettronica rilasciata dagli uffici di Poste Italiane.

Lo scopo del Reddito di Cittadinanza è quello di contrastare la povertà e la disuguaglianza, garantendo alle fasce più deboli della popolazione la possibilità di coprire le spese primarie necessarie.

Requisiti per il Reddito di Cittadinanza.

Per poter richiedere ed ottenere il Reddito di Cittadinanza è necessario essere in possesso dei seguenti requisiti socio-economici.

Requisiti di cittadinanza, residenza e soggiorno:

– Il richiedente deve essere cittadino italiano maggiorenne o straniero in possesso del permesso di soggiorno e residente in Italia da almeno 10 anni, di cui gli ultimi 2 anni continuativi.

Requisiti Economici.

Il nucleo familiare del soggetto richiedente il reddito di cittadinanza deve rispettare i parametri economici di seguito elencati:

– ISEE familiare al di sotto di Euro 9.360;

Patrimonio immobiliare, diverso dalla casa di abitazione, inferiore ad Euro 30,000;

Patrimonio mobiliare inferiore ad Euro 6.000 per i single, fino ad Euro 10.000 per i nuclei familiari più numerosi. Se in famiglia ci sono soggetti disabili il patrimonio mobiliare può aumentare fino a 5.000 euro in più per soggetto disabile presente;

Reddito familiare variabile da Euro 6.000 ad Euro 9.360 annui a seconda del numero di componenti il nucleo familiare e della residenza presso un’abitazione in affitto.

– Nessun componente del nucleo familiare deve possedere autoveicoli immatricolati nei 6 mesi antecedenti la richiesta, o autoveicoli con cilindrata al di sopra di 1.600 cc o motoveicoli di oltre 250 cc, immatricolati nei due anni precedenti, con l’esclusione dei veicoli acquistati tramite i benefici previsti dalla Legge 104/92 a vantaggio delle persone con disabilità.

– Nessun componente del nucleo deve possedere Navi ed imbarcazioni da diporto;

E’ bene ricordare che per ottenere il Reddito di Cittadinanza è necessario essere in possesso di tutti i requisiti socio-economici su elencati per tutto il periodo di fruizione del sussidio.

Reddito di Cittadinanza, NASPI e disoccupazione.

E’ possibile godere della NASPI (ex sussidio di Disoccupazione) unitamente al Reddito di Cittadinanza.

Si tratta, infatti, di due diverse prestazioni a sostegno del Reddito autonome e perfettamente compatibili tra loro.

Diverso discorso va fatto per quei nuclei familiari con al loro interno soggetti disoccupati a seguito di dimissioni volontarie presentate nei 12 mesi antecedenti la domanda di Reddito di Cittadinanza.

Nessun limite, invece, è previsto per coloro i quali hanno presentato dimissioni per giusta causa, essendo queste, di fatto, equiparate ad un vero e proprio licenziamento che dà diritto anche alla possibilità di fruire della NASPI.

Quando e come presentare la domanda per il Reddito di Cittadinanza.

La domanda per il Reddito di Cittadinanza va presentata a partire dal 6 Marzo 2019 tramite uno dei seguenti canali:

– Recandosi presso CAF e PATRONATI convenzionati che forniranno tutta l’assistenza necessaria per la preparazione della domanda e della relativa modulistica;

– Presso gli Uffici di Poste Italiane compilando autonomamente il modulo di domanda e certificazione dei redditi, soltanto dopo il quinto giorno di ogni mese;

– Online tramite il sito internet ufficiale www.redditodicittadinanza.gov.it autenticandosi con il sistema di identità elettronica digitale Spid e seguendo passo passo le istruzioni per la presentazione della domanda di Reddito di Cittadinanza.

Qual è l’importo del Reddito di Cittadinanza?

Il beneficio economico previsto a titolo di Reddito di Cittadinanza è sostanzialmente composto di due parti:

– un’integrazione del reddito familiare fino all’importo di Euro 6.000;

– un integrazione, solo per chi vive in affitto, fino ad un massimo di Euro 3.360 calcolati sulla base del canone di locazione annuo. Per i titolari di prima casa con mutuo bancario da pagare, l’integrazione massima può, invece, arrivare ad un massimo di Euro 1.800.

Ad ogni modo, il totale massimo del Beneficio Economico previsto a titolo di Reddito di Cittadinanza non può mai superare l’importo di Euro 9.360 annui (pari ad Euro 780 al mese).

Durata e modalità di erogazione del Reddito di Cittadinanza.

Il sussidio economico sarà erogato il giorno 27 del mese successivo a quello di presentazione della domanda sulla c.d. “Carta Reddito di Cittadinanza”, una carta di pagamento elettronica che verrà emessa da Poste Italiane e consentirà spese esclusivamente per l’acquisto di beni primari e prelievo di contanti non oltre l’importo di Euro 100 mensili.

Attenzione, l’importo erogato a titolo di Reddito di Cittadinanza deve essere speso entro il mese successivo a quello di erogazione, pena la sottrazione dalla mensilità successiva di una quota pari al 20% del sussidio.

Quanto alla durata la Legge parla di 18 mesi + 18 mesi, per un massimo di tre anni complessivi.

Perdita del beneficio.

Per ricevere il Reddito di Cittadinanza è necessario che tutti i componenti del nucleo familiare effettuino la c.d. DID (Dichiarazione immediata di Disponibilità al lavoro) presso il competente Centro Per L’impiego e sottoscrivano il c.d. “Patto per l’inclusione sociale” partecipando a tutte le iniziative previste per la sua formazione e riqualificazione.

Qualora il beneficiario del Reddito di Cittadinanza o altro componente del suo nucleo familiare non rispettino rigorosamente i dettami previsti per la formazione e riqualificazione lavorativa, o rifiutino per tre volte consecutive delle offerte di lavoro proposte dal Centro per L’impiego, è prevista la DECADENZA DAL BENEFICIO DEL REDDITO DI CITTADINANZA con effetto immediato.

Molto pesanti sono le sanzioni previste per chi presenti documenti o dichiarazioni false al fine di ottenere il Reddito di Cittadinanza, ad esempio per coloro i quali lavorino “in nero” e percepiscano contemporaneamente il sussidio.

La legge punisce tali condotte con la reclusione in carcere da due a sei anni.

Il Caf Portici è a tua disposizione per qualunque chiarimento e per la presentazione della domanda per ottenere il Reddito di Cittadinanza.

Rivolgiti ai nostri uffici, fissando un appuntamento in sede al numero 0810493630 o compilando il form online che trovi alla fine di questa pagina, il nostro personale ti fornirà rapidamente tutta l’assistenza di cui hai bisogno,

Ti Aspettiamo in sede,

     Caf Portici – Servizi di Patronato

     Consulenza Fiscale e Tributaria

     Assistenza Legale Civile, Penale, Lavoro e Previdenza.

Tags: , , , , , ,